Scopri il segreto di Wayne Rooney, ecco come ha fatto per i suoi capelli! (Menmagazine.it)

Domenica prossima, 14 maggio del 2017, la Juventus guidata dal mister Massimiliano Allegri potrà giocarsi, per quel che riguarda la conquista dello scudetto, il primo match point. Allo stadio Olimpico, dalle ore 20,45, si disputerà infatti il match Roma-Juventus con i bianconeri che avranno due risultati su tre a disposizione per conquistare lo scudetto. Alla Juve basterà infatti anche un pareggio altrimenti, in caso di sconfitta, servirà conquistare 3 punti nelle successive ed ultime due partite del campionato di calcio 2016-2017 di Serie A.

Per la trentaseiesima giornata, il match Roma-Juventus sarà preceduto, sabato 13 maggio, dalle sfide Fiorentina-Lazio (ore 18) ed Atalanta-Milan (ore 20,45). Dopodiché, domenica 14 maggio del 2017, dalle ore 12,30 si disputerà il lunch match Inter-Sassuolo, e poi dalle ore 15 Bologna-Pescara, Torino-Napoli, Cagliari-Empoli, Sampdoria-Chievo, Palermo-Genoa e Crotone-Udinese.

Se ti piace il nostro sito, lasciaci un LIKE, non costa nulla e ci AIUTERA' a crescere!
Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

Tornando al big match Roma-Juventus, il capocannoniere Edin Dzeko è indisponibile, il che significa che il mister dei giallorossi Luciano Spalletti dovrà letteralmente inventarsi il reparto d’attacco essendo il bosniaco l’unica punta di ruolo della Roma. In teoria il sostituto potrebbe essere Francesco Totti che, sulla carta, potrebbe aspirare finalmente ad una maglia da titolare dopo tanta panchina quest’anno, ma non è detto che Spalletti gli dia fiducia. Detto questo, c’è anche da dire che ancora non è ufficiale l’addio al calcio giocato di Francesco Totti al termine della corrente stagione calcistica.

‘La mia ultima gara il 28 maggio? Non lo so’, ha infatti dichiarato in queste ore il numero 10 della Roma nonostante nei giorni scorsi il Ds Monchi abbia dichiarato che dall’anno prossimo in giallorosso il futuro di Francesco Totti sarà al suo fianco come dirigente. In accordo con quanto riportato da Repubblica.it, Francesco Totti lasciando il calcio giocato a fine stagione potrà far leva sul contratto, già siglato, da 600 mila euro netti per i prossimi 6 anni come dirigente della Roma, ma bisognerà capire se il giocatore abbia davvero voglia di smettere, e per questo con ogni probabilità il numero 10 nei prossimi giorni tornerà ad incontrarsi con i vertici societari.