Scopri il segreto di Wayne Rooney, ecco come ha fatto per i suoi capelli! (Menmagazine.it)

Il Milan conquista un punto prezioso, nella lotta per la conquista del sesto posto, nei confronti di Inter e Fiorentina, mentre l’Atalanta con il pari accede matematicamente in Europa League dopo 26 anni dall’ultima volta. E così a Bergamo sono tutti contenti dopo che il match Atalanta-Milan di sabato 13 maggio del 2017, con fischio d’inizio alle ore 20,45, si è chiuso con il risultato di 1 a 1.

L’Atalanta, che avrebbe meritato la vittoria, è andata in vantaggio con Conti, ma poi ha subito il ritorno dei rossoneri, come avvenuto spesso per la squadra, guidata dal mister Vincenzo Montella, che come sempre non molla mai anche quando le prestazioni sul campo non sono esaltanti. Il Milan ha acciuffato il pareggio grazie ad un tiro di Deulofeu deviato da Masiello salendo così in classifica a quota 60 punti.

Se ti piace il nostro sito, lasciaci un LIKE, non costa nulla e ci AIUTERA' a crescere!
Facebook By Weblizar Powered By Weblizar

I rossoneri sono attualmente al sesto posto rispetto ai 59 punti della Fiorentina, che nell’anticipo del sabato delle ore 18 ha battuto la Lazio per 3 a 2. Poi a 56 punti c’è l’Inter che dalle ore 12,30 di domani, domenica 14 maggio del 2017, giocherà in casa nel lunch match contro il Sassuolo guidato dal mister Eusebio Di Francesco.

‘Dobbiamo reagire, c’è ancora un obiettivo da raggiungere’, ha intanto dichiarato il mister dell’Inter Stefano Vecchi che è stato chiamato dalla società, dopo l’esonero di Stefano Pioli, a guidare i nerazzurri nelle ultime tre partite che mancano per la conclusione del campionato di calcio 2016-2017 di Serie A.

Domenica 14 maggio il match Inter-Sassuolo delle ore 12,30 sarà seguito, dalle ore 15, dalle sfide Torino-Napoli, Sampdoria-Chievo, Palermo-Genoa, Crotone-Udinese, Cagliari-Empoli e Bologna-Pescara. Dopodiché, dalle ore 20,45, si disputerà il posticipo domenicale Roma-Juventus che è anche il match di cartello del 36-esimo turno di campionato. In palio all’Olimpico, per la Roma, c’è il secondo posto, mentre la Juventus di Massimiliano Allegri strappando almeno un punto sarebbe Campione d’Italia per il sesto anno di fila.